Eliminazione del numero di like dai post di Instagram

like-instagram-articolo-ateacme

Rivoluzione Instagram?

Parte anche in Italia il test per l’eliminazione del numero di like dai post di Instagram

Come consulenti di web marketing, in AT&ACME siamo sempre attenti alle novità dei social e infatti abbiamo da poco pubblicato un articolo sui principali cambiamenti di Instagram nel 2019.

In questo specifico articolo vogliamo focalizzare l’attenzione sulla novità che sta facendo più scalpore in assoluto, nonostante si tratti al momento solo di un test, partito in Canada ed esteso da pochi giorni ad altri paesi nel mondo, tra cui l’Italia: l’eliminazione del numero di like dai post di Instagram.

 

Salva

Salva

Su Instagram non sarà più visibile a tutti il numero di like ricevuto dai post

Come aveva annunciato durante la Conferenza per gli sviluppatori di Facebook di fine aprile a San Josè, in California, Mark Zuckerberg ha deciso di eliminare, o meglio, di nascondere il numero dei like dai post, lasciandoli visibili solo per il creatore del post stesso. Lo stesso avverrà per il numero di visualizzazioni dei video.

Il resto degli utenti potrà al massimo vedere il nome di un utente da loro seguito che ha già messo like al post.

Cliccando su “altri”, chi ha pubblicato il post invece potrà vedere il numero totale di like (e visualizzazioni per i video) e gli utenti che lo hanno messo. Saranno inoltre sempre attive, per i propri post, le “Visualizzazioni statistiche” per gli account business.

Segnaliamo però che, al momento, visualizzando i post su computer anziché su app il numero di like è ancora visibile per tutti gli account.

Le motivazioni di questa che, se sarà confermata, sarà una vera e propria rivoluzione per il mondo del web marketing e degli influencer?

Tara Hopkins, Head of Public Policy EMEA di Instagram ha così spiegato la scelta: “Vogliamo aiutare le persone a porre l’attenzione su foto e video condivisi e non su quanti Like ricevono. Vogliamo che Instagram sia un luogo dove tutti possano sentirsi liberi di esprimersi. Stiamo avviando diversi test in più paesi per apprendere dalla nostra comunità globale come questa iniziativa possa migliorare l’esperienza sul social network”.

I post avrebbero quindi un meccanismo simile a quello già sperimentato per le Storie in cui non è visibile pubblicamente né il numero di visualizzazioni né quello di like o altre interazioni. Il risultato sarà dare maggiore importanza al contenuto ed all’interattività, in termini di commenti degli utenti.

post-worldrecordegg-obiettivo

Addio alle Top10 di Like ai post!

Probabilmente non si avranno più fenomeni come quello del #worldrecordegg in cui la semplice foto di un uovo, con l’invito a renderlo il post con più like al mondo per scalzare il record detenuto da Kylie Jenner (di 18 milioni), è diventata virale raggiungendo oltre 53 milioni di like.

Ma forse le riflessioni degli sviluppatori di Instagram sono state inspirate proprio dalla reale motivazione di questa pubblicazione sul profilo world_record_egg: difatti al primo post-challenge del 4 gennaio ne sono seguiti altri con il guscio d’uovo man mano sempre più incrinato fino al post in cui si svela il vero obiettivo, cioè invitare chi si sente schiacciato dalla pressione dei social media a “parlare con qualcuno” e nello specifico, a contattare un sito web per la salute mentale: nella pagina a cui rimanda il post c’è infatti un elenco molto completo di siti web di tutto il mondo su questo argomento, accuratamente divisi per nazione (per l’Italia c’è quello di TelefonoAmico).

Like, Follower e Influencer

Dal punto di vista strettamente operativo, invece, questa novità si inserisce nella lotta alla compravendita di like e follower finti che Instagram sta perseguendo già da qualche tempo e che ha portato alla chiusura di migliaia di falsi profili e al blocco di numerosi account che se ne erano serviti per gonfiare a dismisura i propri “numeri”.

Ma il risvolto dell’operazione “like nascosti” potrebbe essere molto più prosaico e commerciale dal punto di vista delle attività di web marketing.

Così facendo, infatti, Instagram spinge le aziende verso le campagne a pagamento per garantirsi un’esposizione più ampia e con capacità di targeting e misurazione maggiori: non a caso quasi in contemporanea con la novità dei like è stato annunciato che le aziende potranno promuovere i post dei creator, ovvero degli influencer.

Questi ultimi saranno comunque una categoria potenzialmente messa a rischio da questa novità in quanto la loro carriera si basa principalmente sul consenso virtuale inteso come visibilità e gradimento dei loro post presso il proprio pubblico.

Vuoi informazioni sui nostri servizi di web marketing?

In questo articolo abbiamo analizzato la recente novità di Instagram che ha nascosto il numero di like ricevuti dai post, lasciandoli visibili solo per chi ha creato i post stessi.

Continua a seguirci per essere sempre aggiornato sulle ultime novità dei social network e del web marketing!

No Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published.