10 consigli per Newsletter Efficaci

ateacme-consigli-newsletter-efficaci

10 consigli per creare ed inviare newsletter efficaci

Molti clienti ci chiedono spesso se le newsletter siano ancora uno strumento di web marketing efficace al giorno d’oggi. In effetti, come abbiamo avuto modo di vedere negli articoli su WhatsApp Business e Telegram, oggi le comunicazioni dirette ed immediate ai clienti passano soprattutto tramite questo tipo di piattaforme – unite anche a Messenger.

Le newsletter, tuttavia, non sono affatto uno strumento morto, anzi, sono ancora molto efficaci, ad esempio con i clienti meno social o semplicemente quelli che preferiscono un rapporto più “formale” con l’azienda, senza condividere il proprio numero di telefono o il contatto social. Inoltre, soprattutto per le grandi aziende, la targetizzazione e l’invio mirato di comunicazioni ad un numero molto elevato di utenti sono certamente più gestibili attraverso una piattaforma newsletter.

Non basta, però, abbozzare un testo ed aggiungere un paio di immagini per avere una newsletter efficace: come per tutti gli strumenti di marketing è necessaria una strategia complessiva e grande attenzione a tutti i dettagli e in questo articolo vedremo cosa fare.

Gli obiettivi delle newsletter

Una newsletter può essere inviata per molteplici scopi che possono essere raggruppati in 3 categorie:

  • Informazione
  • Vendita
  • Fidelizzazione

Queste categorie ovviamente sono interconnesse e spesso sovrapposte. Grazie alle newsletter possiamo, ad esempio: aumentare il traffico verso il sito/blog, promuovere il lancio di nuovi prodotti e servizi, comunicare l’inizio di saldi, sconti o promozioni speciali, fare brand awareness, dare ai clienti suggerimenti su nuove modalità di utilizzo dei prodotti, generare lead (anche) sponsorizzando attività su canali differenti.

Approfondiamo ora come creare ed inviare newsletter efficaci.

Scrivere newsletter efficaci: 10 consigli pratici

Qualunque sia l’obiettivo della newsletter, il contenuto deve assolutamente essere di qualità: per ogni invio deve essere un contenuto di valore ed unico altrimenti i destinatari si stancheranno presto di riceverli e finiranno per cancellarsi dalla mailing list.

Ecco 10 consigli pratici:

1) stabilisci un calendario editoriale

proprio come si fa per i post sui social, programma in anticipo il calendario delle newsletter: questo ti aiuterà a mantenere una frequenza di invio regolare e ad alternare in maniera omogenea le varie tematiche.

 

2) non inviare solo offerte commerciali

cerca sempre di alternarle a consigli utili, suggerimenti, casi di successo o testimonianze; la promozione va bene ma la fidelizzazione del cliente e l’engagement si raggiungono con altri contenuti.

 

3) crea sondaggi o chiedi dei feedback

così riuscirai ad avere ben chiare le preferenze del tuo target sulle possibili tematiche e ad inviare newsletter in linea con le loro aspettative ed interessi.

TIP: con il calendario editoriale sarà più semplice anche la corretta programmazione di invii legati a festività/inizio saldi/black friday ed altre comunicazioni di questo tipo

4) personalizza il messaggio

usando tag dinamici (come il nome del destinatario) ma anche e soprattutto differenziando il contenuto tra diverse categorie di utenti come uomini/donne o preferenze su servizi e prodotti che possono essere espresse al momento dell’iscrizione o in successive richieste di aggiornamento dei propri dati per una maggiore profilazione.

 

5) cura la leggibilità del messaggio

usa un linguaggio semplice, non scrivere troppo ma neanche troppo poco, usa la divisione in paragrafi e aggiungi immagini di qualità; evidenzia le informazioni più importanti in modo che possano essere viste subito anche da chi ha fretta e usa assolutamente un format responsivo correttamente visibile anche su smartphone.

 

6) aggiungi sempre una call to action

anche quando vuoi semplicemente informare i clienti di una variazione di orario o apertura, cogli comunque l’occasione per invitare a leggere un articolo sul sito o guardare un nuovo prodotto, richiedere ulteriori informazioni o seguirti sui canali social.

TIP: vuoi amplificare il concetto di ``urgenza`` della tua comunicazione? Prova con i countdown dinamici: alla fine di questa pagina trovi il link all'articolo in cui spieghiamo cosa sono e come usarli!

7) oltre al contenuto cura anche l’oggetto

chiaro, diretto, non troppo lungo, senza tanti punti esclamativi o maiuscole, che dia un senso di urgenza; deve convincere immediatamente ad aprire il messaggio che altrimenti rischia di finire nel dimenticatoio.

 

8) sfrutta le email di benvenuto

è un ottimo modo per presentare il brand, presentare l’utilità che avranno le newsletter e magari inviare un coupon, un codice sconto e un altro vantaggio esclusivo per iniziare ad invogliare all’acquisto subito dopo l’iscrizione.

 

9) usa le automazioni

tutte le migliori piattaforme di newsletter consentono la creazione di workflow per l’invio automatico di comunicazioni a specifici utenti al crearsi di determinate condizioni.

 

10) riduci quanto più possibile le segnalazioni di spam

invia le email solo a chi ha dato esplicitamente il consenso, usa gli strumenti di pulizia automatica delle mailing list dagli utenti non attivi, evita una frequenza di invio troppo elevata o troppo bassa e mantieni il contenuto coerente con la finalità iniziale dell’iscrizione

In questo articolo abbiamo visto che le newsletter sono ancora efficaci come strumento di marketing e ti abbiamo dato 10 consigli pratici per creare ed inviare newsletter efficaci.

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli:

Tutorial creare e gestire liste in Mailchimp

Tutorial MailChimp – Creare una Campagna Regular

Tutorial Immagini dinamiche nelle Newsletter

Tutorial Countdown nelle Newsletter

Nessun commento

Invia un commento

Your email address will not be published.